Su di me
filiera [fi-liè-ra] s.f.
trafila [tra-fì-la] s.f.

Utensile che permette la deformazione dei metalli, ferrosi e non ferrosi, tramite la lavorazione di trafilatura.
Inizialmente l'utensile consisteva in una piastra metallica munita di fori di diverso diametro all'interno del quale si faceva passare un filo. Tirandolo si riduceva la sezione del filo stesso migliorandone la qualità. Oggi giorno esistono trafile o filiere di diversi materiali, dal metallo duro al diamante.

-----------------------------

Copyright: queste dispense sono state scritte dall'Ing. Sergio Rusconi e Davide Dell'Oro, revisionate e ripubblicate da Davide Dell'Oro. Precedentemente questo materiale era apparso su il portale trafilatura.it Questo materiale è di uso pubblico; è possibile ripubblicarlo su altri siti solo citando la fonte e mettendo il link al sito www.expometals.net Il sapere è di tutti. Non si assumono responsabilità in merito alla correttezza del materiale pubblicato. Sottoscrivi via RSS.